Ispezione carcasse

L’ispezione delle carcasse avviene in tre fasi successive:

  • Ispezione visiva-tattile per mezzo di un divaricatore e luce radente.
  • Gonfiaggio
  • Shearografia
Si tratta della tecnologia più avanzata nell’ispezione delle carcasse da ricostruire.
Rileva con assoluta precisione l’esistenza di separazioni fra le tele di sommità della carcassa, o fra le parti in acciaio e quelle in gomma.
Queste separazioni, pressoché invisibili alle altre ispezioni (gonfiaggio e divaricatore), sono in assoluto la principale causa di scoppi degli pneumatici (sia nuovi sia ricostruiti).
Le separazioni infatti aumentano di dimensione durante l’utilizzo dello pneumatico fino a provocarne il cedimento improvviso.
La macchina sfrutta una sofisticata ottica laser a infrarossi che fotografa sezioni della carcassa, in due diverse condizioni: a pressione atmosferica normale e a –50 Mbar. Sovrapponendo le 2 foto, riportate su formato digitale, si evidenziano le separazioni.